Prenota il tuo soggiorno con il Bonus Vacanza - Maggiori informazioni

Seguici sui social

Chiudi

In visita alla Cattedrale di Todi

orn-1
07.01.2019

La Cattedrale di Todi – che è anche Concattedrale della diocesi di Orvieto-Todi, in seguito all’unione, avvenuta nel 1986, delle due sedi episcopali originarie – conosciuta anche come Duomo di Todi, è intitolata a Maria Santissima Annunziata e fu costruita tra il XII e il XIV secolo. Si trova sulla stupenda Piazza del Popolo insieme ai palazzi comunali – Palazzo del Capitano e Palazzo del Popolo – e a fronteggiare Palazzo dei Priori.

La sua facciata è quindi tutta da ammirare già dalla piazza principale della città: risale al XIII secolo, ma fu modificata più volte, l’ultima nel corso del 1500. A caratterizzarla è in particolare il prezioso rosone centrale, anch’esso risalente al XVI secolo, ma i cui vetri furono sostituiti nell’Ottocento, in occasione dei lavori di restauro che interessarono l’intero edificio. Il portale è caratterizzato da un’arcata a sesto acuto e da più fasce decorative delle quali la principale è composta da girali di acanto e culmina con la figura di Cristo Benedicente. Il portone di legno scolpito risale al 1521, l’autore è Antonio Bencivenni da Mercatello che realizzò i quattro pannelli superiori raffiguranti la Vergine Annunziata, l’Arcangelo Gabriele, San Pietro e San Paolo. I sei pannelli inferiori originari invece sono stati danneggiati e sono pertanto stati sostituiti, nel corso del 1600, da quelli attuali, realizzati da Carlo Lorenti.

Sul lato destro si trova il campanile, probabilmente duecentesco: è a pianta quadrata e ha subito, nel 1951, l’intervento di demolizione della cuspide ottagonale ottocentesca, intervento dovuto principalmente a ragioni di stabilità, visto il forte peso della sovrastruttura che metteva a rischio la stabilità dell’intera torre campanaria.

Alla chiesa si accede dall’ampia e suggestiva scalinata: 29 gradini in cima ai quali si può godere di una vista privilegiata su Piazza del Popolo. Un ingresso secondario è posto sul lato sinistro del tempio e vi si arriva dalla breve salita adiacente, che conduce anche al Palazzo Vescovile. Un percorso che è consigliabile effettuare anche solo per ammirare il tempio da fuori, con la maestosa facciata laterale che compete in bellezza con quella di destra e con quella posteriore che vede, quest’ultima, splendidamente incastonata la parte esterna dell’abside: è raccomandabile quindi anche una passeggiata lungo via del Duomo e via del Vescovado.

Il Giudizio Universale della Cattedrale di Todi

È raro non manifestare stupore e meraviglia quando si entra per la prima volta nella Cattedrale di Todi. La pianta è a croce latina e l’interno è diviso in quattro navate, delle quali la centrale è più larga e più alta. Le tre navate principali sono separate da file di colonne caratterizzate da capitelli corinzi e collegate tra loro da archi a tutto sesto. Una quarta navata, più piccola, affianca quella laterale destra da cui la dividono delle colonne minori e arcate a sesto acuto. A sinistra del presbiterio si trova la Cappella Cesi, commissionata dal Vescovo Angelo Cesi, la cui volta è impreziosita dagli affreschi di Ferraù da Faenza, detto anche il Faenzone, autore anche del suggestivo affresco della controfacciata raffigurante il Giudizio Universale.

Sempre sul lato sinistro dell’altare una scalinata e poi un lungo corridoio conducono alla cripta e lungo il percorso è possibile ammirare una preziosa collezione di arte sacra proveniente in parte dalla Cattedrale stessa, in parte da altre chiese della zona. La cripta è stata utilizzata prevalentemente per la sepoltura dei vescovi della diocesi tuderte e oggi ospita opere marmoree attribuite a Giovanni Pisano – Madonna col Bambino e Angelo che guida Vescovo – e allo scultore Rubeus – Santa – precedentemente poste sulla facciata del Duomo.

 

 

 

 

 

Orari di accesso al duomo di Todi

orario legale feriale 8:00 – 13:00 / 15:30 – 18:30
orario legale festivo 8:30 – 13:00 / 15:00 – 19:00
orario solare feriale 8:30 – 13:00 / 13:30 – 16:30
orario solare festivo 8:30 – 13:00 / 15:00 – 18:00
orn-1

Contattaci per maggiori informazioni

Hotel Fonte Cesia

Hotel Fonte Cesia
luoghi magici umbria

Bonus Vacanza

l'Hotel Fonte Cesia accetta il bonus vacanze 2021


Il turismo non può fermarsi, le bellezze dell’Umbria meritano di essere visitate e tu meriti le tue vacanze.
Richiedi maggiori informazioni presso la nostra struttura!

Contattaci