In visita alla Cattedrale di Todi

orn-1
07.01.2019

La Cattedrale di Todi – che è anche Concattedrale della diocesi di Orvieto-Todi, in seguito all’unione, avvenuta nel 1986, delle due sedi episcopali originarie – conosciuta anche come Duomo di Todi, è intitolata a Maria Santissima Annunziata e fu costruita tra il XII e il XIV secolo. Si trova sulla stupenda Piazza del Popolo insieme ai palazzi comunali – Palazzo del Capitano e Palazzo del Popolo – e a fronteggiare Palazzo dei Priori.

La sua facciata è quindi tutta da ammirare già dalla piazza principale della città: risale al XIII secolo, ma fu modificata più volte, l’ultima nel corso del 1500. A caratterizzarla è in particolare il prezioso rosone centrale, anch’esso risalente al XVI secolo, ma i cui vetri furono sostituiti nell’Ottocento, in occasione dei lavori di restauro che interessarono l’intero edificio. Il portale è caratterizzato da un’arcata a sesto acuto e da più fasce decorative delle quali la principale è composta da girali di acanto e culmina con la figura di Cristo Benedicente. Il portone di legno scolpito risale al 1521, l’autore è Antonio Bencivenni da Mercatello che realizzò i quattro pannelli superiori raffiguranti la Vergine Annunziata, l’Arcangelo Gabriele, San Pietro e San Paolo. I sei pannelli inferiori originari invece sono stati danneggiati e sono pertanto stati sostituiti, nel corso del 1600, da quelli attuali, realizzati da Carlo Lorenti.

Sul lato destro si trova il campanile, probabilmente duecentesco: è a pianta quadrata e ha subito, nel 1951, l’intervento di demolizione della cuspide ottagonale ottocentesca, intervento dovuto principalmente a ragioni di stabilità, visto il forte peso della sovrastruttura che metteva a rischio la stabilità dell’intera torre campanaria.

Alla chiesa si accede dall’ampia e suggestiva scalinata: 29 gradini in cima ai quali si può godere di una vista privilegiata su Piazza del Popolo. Un ingresso secondario è posto sul lato sinistro del tempio e vi si arriva dalla breve salita adiacente, che conduce anche al Palazzo Vescovile. Un percorso che è consigliabile effettuare anche solo per ammirare il tempio da fuori, con la maestosa facciata laterale che compete in bellezza con quella di destra e con quella posteriore che vede, quest’ultima, splendidamente incastonata la parte esterna dell’abside: è raccomandabile quindi anche una passeggiata lungo via del Duomo e via del Vescovado.

Il Giudizio Universale della Cattedrale di Todi

È raro non manifestare stupore e meraviglia quando si entra per la prima volta nella Cattedrale di Todi. La pianta è a croce latina e l’interno è diviso in quattro navate, delle quali la centrale è più larga e più alta. Le tre navate principali sono separate da file di colonne caratterizzate da capitelli corinzi e collegate tra loro da archi a tutto sesto. Una quarta navata, più piccola, affianca quella laterale destra da cui la dividono delle colonne minori e arcate a sesto acuto. A sinistra del presbiterio si trova la Cappella Cesi, commissionata dal Vescovo Angelo Cesi, la cui volta è impreziosita dagli affreschi di Ferraù da Faenza, detto anche il Faenzone, autore anche del suggestivo affresco della controfacciata raffigurante il Giudizio Universale.

Sempre sul lato sinistro dell’altare una scalinata e poi un lungo corridoio conducono alla cripta e lungo il percorso è possibile ammirare una preziosa collezione di arte sacra proveniente in parte dalla Cattedrale stessa, in parte da altre chiese della zona. La cripta è stata utilizzata prevalentemente per la sepoltura dei vescovi della diocesi tuderte e oggi ospita opere marmoree attribuite a Giovanni Pisano – Madonna col Bambino e Angelo che guida Vescovo – e allo scultore Rubeus – Santa – precedentemente poste sulla facciata del Duomo.

 

 

 

 

 

Orari di accesso al duomo di Todi

orario legale feriale 8:00 – 13:00 / 15:30 – 18:30
orario legale festivo 8:30 – 13:00 / 15:00 – 19:00
orario solare feriale 8:30 – 13:00 / 13:30 – 16:30
orario solare festivo 8:30 – 13:00 / 15:00 – 18:00
orn-1

Contattaci per maggiori informazioni

keyboard_arrow_left

Hotel Fonte Cesia

Hotel Fonte Cesia
menu
phone