grande traversata tevere

I sette itinerari della Grande Traversata del Tevere

orn-1
10.11.2019

L’Umbria è ricchissima di grandi aree protette che permettono di godere di natura e paesaggi stupendi e anche di praticare attività di ogni tipo. Per ogni parco sono stati individuati dei percorsi di visita che permettono di effettuare bellissime escursioni. La Grande Traversata del Tevere è uno di questi itinerari, pensato per scoprire il Parco Fluviale del Tevere, tra Todi, Orvieto e i laghi di Corbara e di Alviano. La Grande Traversata del Tevere (GTT) è stata suddivisa in sette tappe percorribili a piedi, ma anche in bicicletta o a cavallo. Strade e sentieri sono infatti poco impegnativi e permettono di attraversare tutto il parco, da sud a nord, scoprendone i principali punti di interesse storico, archeologico e naturalistico.

Tappa 1 – Alviano, Guardea, Tenaglie

10 chilometri percorribili in 4 ore con difficoltà di livello E – Escursionistico. Queste le caratteristiche tecniche della prima tappa della GTT che inizia dalla chiesa di Alviano e prosegue in direzione nord, verso Guardea, il cui centro si raggiunge percorrendo strade agricole e non asfaltate. Si passa quindi per Poggio Vecchio che offre una vista incantevole sul lago di Alviano e si prosegue ancora verso nord per arrivare al centro di Tenaglie.

Tappa 2 – Tenaglie, Necropoli di San Lorenzo, Baschi

13 chilometri percorribili in 5 ore e mezza con difficoltà di livello E – Escursionistico. La seconda tappa prevede di uscire da Tenaglie e raggiungere Montecchio, attraversare il paese e poi dirigersi a ovest fino all’Area Archeologica della “Necropoli del Vallone di S. Lorenzo” per ammirare una seria di tombe a camera risalenti al VII secolo a.C. Occorre quindi tornare un po’ indietro per prendere la strada che conduce a Baschi.

Tappa 3 – Baschi, Civitella del Lago

11,8 chilometri percorribili in 4 ore e mezza con difficoltà di livello E – Escursionistico. Usciamo quindi da Baschi, nei pressi del cimitero, e giriamo a sinistra. Bisognerà attraversare un fosso e affrontare una salita, per poi riscendere fino al lago di Corbara e al Fosso delle Corone. Si procede ancora per 3 chilometri verso l’entroterra fino ad arrivare all’incrocio di Case Vecchie: da qui si raggiunge la strada asfaltata che porta fino a Civitella del Lago.

Tappa 4 – Civitella del Lago – Asproli

12 chilometri percorribili in 5 ore con difficoltà di livello E – Escursionistico. Ecco la quarta tappa della Grande Traversata del Tevere. Tra strade di campagna, fossi e mulattiere si arriva alla valle del Fosso dell’Elce Barile. Qui troviamo un’altra mulattiera. Ancora un fosso e due incroci e si raggiunge poi Morruzze. Al quadrivio di Morruzze si procede verso Nord fino ad Acqualoreto.

Tappa 5 – Asproli, Todi

9 chilometri percorribili in 3 ore e 50 minuti con difficoltà di livello E – Escursionistico. Si arriva a Porchiano attraverso una strada di campagna e una volta superato il paese si prosegue verso destra fino al torrente Naia, da costeggiare per circa un chilometro e mezzo prima di iniziare la risalita del colle di Todi, gioiello di architettura e paesaggio tutto da scoprire.

Tappa 6 – Todi, Doglio

12 chilometri percorribili in 5 ore con difficoltà di livello E – Escursionistico. Da Todi e in particolare dal Convento di Montesanto si scende, per una strada di curve e paesaggi, fino al ponte di Pontecuti. Proprio davanti ad attenderci è una salita e poi ancora curve e ancora paesaggi. Si arriva quindi a Santa Maria Monte, poi a Poggio Lipparoni e infine a Doglio.

Tappa 7 – Doglio, Monte Castello di Vibio

6 chilometri percorribili in 2 ore con difficoltà di livello E – Escursionistico. Nella settima e ultima tappa circa 6 chilometri separano la frazione di Doglio dal centro storico del comune di Monte Castello di Vibio, adorabile borghetto famoso in particolare per il fatto di ospitare il Teatro della Concordia, considerato il più piccolo del mondo.

orn-1

Contattaci per maggiori informazioni

keyboard_arrow_left

Hotel Fonte Cesia

keyboard_arrow_right
Hotel Fonte Cesia
menu
phone