Prenota il tuo soggiorno con il Bonus Vacanza - Maggiori informazioni

Seguici sui social

Chiudi
parchi bambini umbria

8 parchi per bambini in Umbria: tra natura, scoperta e gioco

orn-1
15.06.2021

Divertirsi all’aria aperta, giocare, correre, ma anche osservare e conoscere cose nuove e allo stesso tempo scoprire dei nuovi pezzetti di Umbria. Questa regione sa stupire anche nelle attrazioni che riserva ai bambini: i parchi per bambini disseminati su tutto il suo territorio sono non solo belli e molto divertenti, ma anche particolari e molto interessanti. Scopriamone insieme alcuni che meritano davvero una visita.

Cascata delle Marmore

La Cascata delle Marmore, con i suoi 165 metri di dislivello complessivo, è tra le più alte d’Europa e costituisce un’attrazione imperdibile per i grandi, ma anche per i bambini. Si trova all’interno del grande Parco fluviale del Nera ed è visitabile anche attraverso percorsi guidati a tema. È caratterizzata da tre salti e immersa in un contesto naturalistico molto particolare, tra grotte, sentieri, flora e fauna ricche e molto varie: elementi che creano nel complesso uno spettacolo imponente e suggestivo. È stata creata nel 271 a.C. ed è un esempio di ingegneria romana utilizzata come soluzione al problema delle frequenti inondazioni dovute agli straripamenti delle acque del Velino.

Fonti del Clitunno

Un giardino magnifico e lussureggiante dove al verde intenso della vegetazione si alterna l’azzurro delle acque cristalline. Le Fonti del Clitunno rappresentano la sorgente del fiume Clitunno e sono generate da fessure presenti nella roccia, a tratte visibili sul fondo del piccolo lago a cui danno vita. Hanno un perimetro di poco più lungo di 400 metri e una superficie di quasi diecimila metri quadrati. Tra salici, pioppi e muschio, cigni e volatili acquatici, questo parco crea incanti e suggestioni e affascina grandi e bambini.

Bosco di San Francesco

Ad Assisi un luogo perfetto per i bambini, tra natura, divertimento e spiritualità. La pace e la bellezza del Bosco di San Francesco consentono infatti anche ai più piccoli di fare un’esperienza diversa e particolare. Il percorso, che affonda le sue radici nei luoghi in cui il Santo patrono d’Italia pregò e predicò, è lungo circa 2 chilometri – circa un’ora di cammino – ed è accessibile dal piazzale della Basilica Superiore. Caprioli, scoiattoli, istrici, sparvieri sono solo alcuni degli animali che è possibile incontrare lungo i comodi sentieri che conducono verso il fiume Tescio. Ad attendere i visitatori è anche il Complesso di Santa Croce, con quello che era l’ospedale, la chiesa romanica, il mulino e la torre, visitabile; una volta saliti in cima, dall’affaccio è possibile ammirare il disegno formato da 121 ulivi che creano tre grandi elementi circolari: è il “Terzo Paradiso”, opera di land art di Michelangelo Pistoletto.

Città della Domenica

Il primo parco divertimenti d’Italia è nato in Umbria: si tratta della Città della Domenica, ideata e realizzata alla fine degli anni ’50 da Mario Spagnoli, imprenditore perugino figlio di Luisa Spagnoli, la donna che ha inventato i Baci Perugina e creato l’omonima casa di moda. Si può visitare a piedi o a bordo dell’iconico trenino, alla scoperta della Fattoria degli antichi mestieri, del Villaggio di Pinocchio, del Far west. Immerso nella natura, con tante specie animali da scoprire e osservare, è famoso anche per il suo rettilario

La Scarzuola

Quasi nascosta tra i boschi, a Montegabbione, la Città Ideale di Tomaso Buzzi, conosciuta anche come Scarzuola, dal nome della località in cui si trova, è stata progettata e realizzata dall’architetto milanese tra il 1958 e il 1978. È un luogo affascinante e maestoso, a tratti labirintico, che contiene 7 teatri e all’apice l’acropoli; è ricco di simboli, citazioni e tra costruzioni fiabesche e sculture surreali, mostri, vasche d’acqua, scalinate, archi, sentieri è un complesso fantastico e misterioso, un luogo davvero magico.

Parco dei Sette Frati

Il Parco dei Sette Frati, sul Monte Peglia, a più di 700 metri di altitudine, è il luogo ideale per trascorrere del tempo in mezzo alla natura, anche in estate grazie al clima sempre fresco. Qui i bambini possono divertirsi a correre o a passeggiare, anche in bicicletta, a giocare e a scoprire l’ecosistema locale anche attraverso percorsi tematici, tra le farfalle e i campi di lavanda, potendo ammirare animali selvatici e uccelli rari.

Parco della Rocca – Todi

Non possiamo non passare dalla nostra Todi e in particolare dal Parco della Rocca, di grande rilievo storico e architettonico oltre che naturalistico e paesaggistico. A un’altezza di 411 metri sul livello del mare, è arroccato nel punto più alto del colle tuderte ed è caratterizzato da una grande area giochi, da un campo da basket, da un roseto e dal Mastio, una grande torre circolare utilizzata nell’antichità come roccaforte cittadina. Tra sentieri, scalinate e belvedere qui è possibile ammirare anche le monumentali opere di Beverly Pepper, 20 sculture che l’artista, tuderte di adozione, ha donato alla città: per questo oggi il Parco della Rocca è conosciuto anche come Parco di Beverly Pepper

Parco Acquarossa

Siamo a Gualdo Cattaneo, all’interno di un suggestivo parco in cui un percorso ad anello guida il visitatore alla scoperta del paesaggio collinare, tra piccoli laghi, vigneti e uliveti. Il tour del Parco Acquarossa a bordo del trenino porta alla scoperta degli 8 ettari di proprietà con l’azienda agraria, il sorprendente sito dei monoliti, la casetta dei cervi e delle caprette, l’antica miniera di lignite, l’angar eliporto e il Museo del trattore e delle auto d’epoca.

Scopri la nostra offerta dedicata al tuo soggiorno a Todi con tutta la famiglia.

orn-1

Contattaci per maggiori informazioni

Hotel Fonte Cesia

Hotel Fonte Cesia
luoghi magici umbria

Bonus Vacanza

l'Hotel Fonte Cesia accetta il bonus vacanze 2021


Il turismo non può fermarsi, le bellezze dell’Umbria meritano di essere visitate e tu meriti le tue vacanze.
Richiedi maggiori informazioni presso la nostra struttura!

Contattaci