ricette natale umbria

Piatti di Natale in Umbria: quelli da non perdere assolutamente

orn-1
19.12.2018

Chi ha la fortuna di trascorrere tutte o almeno parte delle feste in Umbria non può non assaggiare almeno alcuni dei piatti tipici natalizi della regione. Primi, secondi, contorni e dolci: la scelta è ampissima e soprattutto per la cena della Vigilia e per il pranzo del giorno di Natale ogni famiglia, oltre a seguire le tradizioni, adatta il proprio menu anche a seconda di gusti e abitudini. Ecco dunque una rassegna dei migliori piatti di Natale da gustare in Umbria.

GLI SFIZIOSI ANTIPASTI DELLE FESTE UMBRE

Tipico, a Natale e non solo, è il tradizionale tagliere di salumi e formaggi, magari da abbinare a una fragrante fetta di torta al testo e a una bruschetta con l’olio nuovo. Più prettamente natalizi sono poi i crostini con patè di fegatini di pollo.

PRIMI PIATTI: TRADIZIONI DI NATALE IN UMBRIA

Per il pranzo del 25 dicembre sono irrinunciabili, in Umbria e non solo: stiamo parlando dei cappelletti in brodo, meglio se fatti in casa, secondo tradizione. E chi vuole proporre anche una seconda variante può optare ancora per i cappelletti da condire con sugo di carne o con tartufo bianco o nero, una delle più tipiche prelibatezze umbre, o magari per le pappardelle al sugo di lepre o di cinghiale.

SECONDI PIATTI NATALIZI E UMBRI

Tra i secondi più diffusi nella tradizione gastronomica umbra, in particolare a Natale, c’è il bollito misto o il cappone in brodo, spesso consumati anche con delle salse, dopo che il brodo è servito già per preparare i cappelletti. Molto tipici e senza dubbio deliziosi sono anche la parmigiana di carne così come l’agnello o il maiale arrosto e la galatina di pollo. Gustose e benauguranti, pertanto preparate diffusamente sia per la cena della Vigilia che per il cenone di San Silvestro, sono le salsicce in umido – ma in alternativa anche zampone o cotechino – con lenticchie, meglio se di Castelluccio di Norcia.

CONTORNI: PER LE FESTE COSA METTIAMO IN TAVOLA?

Sotto le feste non si rinuncia al gusto nemmeno nella scelta dei contorni e così ecco che per i banchetti umbri non c’è che l’imbarazzo della scelta. A partire dalla parmigiana, di cardi, detti anche gobbi, ma anche di melanzane. Meno tipicamente natalizi, ma sempre molto diffusi anche nel periodo più ghiotto dell’anno, sono poi le verdure lesse e ripassate in padella – soprattutto spinaci o cicoria -, le patate arrosto, il misto di verdure grigliate o gratinate, l’insalata, immancabile.

DOLCI DI NATALE: I PIÙ GOLOSI IN UMBRIA

Anche nel cuore verde d’Italia, sulle tavole delle feste non mancano i dolci classici del Natale: panettone, pandoro, torrone e molto altro. Ma la tradizione più tipicamente umbra non si fa certo da parte neanche in questo campo e così, a concludere pranzi e cene, ecco comparire il famoso torciglione, realizzato con una particolare pasta di mandorle, o il panpepato, tipico soprattutto della zona di Terni e a base di cioccolato, miele, noci, mandorle, nocciole e uva passa, e le pinoccate, a forma di rombo, con zucchero e pinoli, alla vaniglia o al cioccolato.

orn-1

Contattaci per maggiori informazioni

keyboard_arrow_left

Hotel Fonte Cesia

Hotel Fonte Cesia
menu
phone