teatro todi stagione 2019-2020

Teatro a Todi: ecco la Stagione di prosa 2019/2020

orn-1
02.11.2019

Dieci spettacoli, da novembre 2019 ad aprile 2020. Testi nuovi e già destinatari di premi e riconoscimenti e rappresentazioni che si rifanno o si ispirano a grandi classici del teatro, tanti volti noti e talentuosi artisti. Tutto questo compone la Stagione di prosa 2019/2020 del Teatro Comunale di Todi a cura del Teatro Stabile dell’Umbria. Di seguito tutti gli spettacoli, a questo link la biglietteria online.

Si nota all’imbrunire – Solitudine da paese spopolato

5 novembre 2019

La famiglia si riunisce per un fine settimana nella casa di campagna di Silvio, all’inizio del villaggio spopolato dove vive da solo da tre anni. La solitudine ha portato il protagonista a collezionare manie delle quali la più grave è il rifiuto di camminare. Silvio non si vuole più alzare, vuole vivere seduto e in solitudine. Così per i familiari si pone il problema di risolvere questa complessa situazione. Una commedia di Lucia Calamaro che calza davvero a pennello all’attore Silvio Orlando.

Commedia con schianto. Struttura di un fallimento tragico

17 novembre 2019

Un giovane autore sta elaborando l’ennesimo testo teatrale e lo fa durante le prove con gli attori. Realtà e invenzione si accavallano dunque finché il protagonista si rende conto di aver rivelato troppo di sé e della sua vita all’interno dello spettacolo. Interrompe quindi la scrittura a pagina diciassette, nel pieno di una crisi esistenziale. Testo e regia sono di Liv Ferracchiati.

Anfitrione

24 novembre 2019

L’Anfitrione contemporaneo, generato dall’autore Sergio Pierattini, è un politico emergente e ambizioso, un populista che riscuote un grande e immediato consenso. Sosia è un autista portaborse, Alcmena, la moglie del trionfatore delle elezioni e prossima First Lady, è un’insegnante di scuola media. Un testo che rappresenta e in qualche modo denuncia anche, in modo comico e sorprendente, il nostro presente.

Il cielo sopra il letto – Skylight

7 dicembre 2019

Testo pluripremiato del famoso scrittore e regista britannico David Hare. “Il cielo sopra il letto” racconta la complessa e drammatica relazione tra Saverio, imprenditore benestante e vedovo, ed Elisabetta la sua giovane ex-amante, insegnante in una scuola di periferia. Una notte tra i due si riaccende la passione di un tempo, ma le differenze ideologiche e il senso di colpa schiacciante li porteranno a una nuova, dolorosissima separazione.

Misantropo

17 dicembre 2019

Giulio Scarpati e Valeria Solarino interpretano questo capolavoro di Molière, sempre in equilibrio tra commedia e tragedia e sempre fortemente attuale anche, ma non solo, nel conflitto amoroso tra Alceste e Celimene.

Il costruttore Solness

15 gennaio 2020

Solness è un grande costruttore che crea la propria fortuna sulle ceneri della casa di famiglia della moglie. La giovane Hilde fa irruzione nella per rivendicare il suo regno di principessa, quello che lui le promise dieci anni prima. Il testo è di Henrik Ibsen.

Pesce d’aprile

8 febbraio 2020

Tratto dall’omonimo romanzo autobiografico scritto da Daniela Spada e Cesare Bocci, è il racconto di un grande amore che la malattia ha reso ancora più grande: un’esperienza di vita reale, intima e toccante. Uno spettacolo ironico e commovente allo stesso tempo.

Iliade – L’ira, la vendetta, la povertà

28 febbraio 2020

Dal testo sempre attualissimo di Omero, Luca Violini propone un sorprendente spettacolo di Radio Teatro.

Machine de Cirque

18 marzo 2020

Da un’idea di Vincent Dubé “Machine de Cirque” Arriva dal Canada, in esclusiva regionale a Todi. Gli unici sopravvissuti sulla Terra all’apocalisse si prefiggono di trovare altri superstiti e l’unico modo per salvarsi è una macchina stupefacente. I protagonisti, a volte comici, a volte nostalgici, hanno una capacità innata per infilarsi in situazioni pericolose e ci mostrano com’è stare al mondo senza donne o computer.

 

Le affinità elettive

5 aprile 2020

Il testo di Johann Wolfgang von Goethe, riscritto da Maria Teresa Berardelli, fa vivere e rivivere i contrasti tra istinto e ragione, sensualità e moralità, immediatezza e riflessione, destino e volontà. Carlotta ed Edoardo, dopo una lunga separazione, si ritrovano e decidono di sposarsi e si impegnano in maniera così ostinata nella difesa del loro rapporto tanto da isolarsi in un luogo lontano da tutto. La situazione di equilibrio finalmente raggiunta viene tuttavia di nuovo sconvolta prima dall’arrivo di un amico di Edoardo e poi da quello della nipote di Carlotta.

Regalati la tua serata a teatro contattaci!

orn-1

Contattaci per maggiori informazioni

keyboard_arrow_left

Hotel Fonte Cesia

keyboard_arrow_right
Hotel Fonte Cesia
menu
phone